I nostri ragazzi utilizzano abitualmente internet per comunicare, navigando su siti e intrattenendosi in chat, condividendo momenti di vita personale e cercando informazioni.

Non sempre sono adeguatamanete informati dei rischi a cui vanno incontro e delle accortezze da applicare.

Nel mio ruolo di referente per l'Informatica e di Animatore digitale, ho sentito spesso i ragazzi rivolgermi queste domande: "posso pubblicare foto in cui si vedono dei miei amici?", "se sono in chat con una persona che non conosco, posso stare tranquilla?".

Per contribuire al delicato obiettivo di insegnare una navigazione prudente, cosciente, accorta, senza instillare inutili paure, la nostra scuola ha organizzato un incontro-confronto con la Polizia Postale di Parma, a cui parteciperanno le classi terze della scuola secondaria, il 26 marzo, a partire dalle ore 9.

 

Paolo Righetto