Due aceri campestri messi a dimora nei giardini del polo scolastico di via Giuffredi a San Polo e della scuola primaria di Torrile, in occasione della Festa nazionale dell’albero 2020, alla presenza del sindaco Alessandro Fadda, del vicesindaco Antonio Gentile, del giardiniere Maurizio Segnatelli e di una rappresentanza di docenti e alunni (con il taglio del nastro affidato a Francesco e Kevin).

Piantare, oggi, un albero ci insegna a radicarsi, con realismo e saggezza, nel presente e al tempo stesso a guardare, con fiducia e impegno, al futuro.

Nel rispetto delle misure anti-Covid, cerimonia più sobria, ma significato immutato.